Conferenza sul restauro del Mortorino

Il 23 ottobre scorso si è tenuta l’ultima di un ciclo di cinque conferenze legate alla mostra dedicata a Pietro Antonio Magatti intitolata “Dalla cura del corpo alla cura dell’anima”, organizzata nel bellissimo e storico edificio del vecchio ospedale di Codogno, il Soave. Il ciclo si era aperto un mese prima con la lectio magistralis proprio sul Magatti tenuta da Vittorio Sgarbi e si è concluso appunto il 23 ottobre con una conferenza dal titolo “Il recupero del Mortorino di San Fiorano: una sfida per tutti”, tenuta dal Dr Filippo Piazza, storico dell’arte e funzionario presso la Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio delle provincie di Cremona, Mantova e Lodi. Nella bella sala del Soave, piena in tutti gli ordini di posti di un pubblico molto attento, l’iniziale silenzio del Dr Piazza, da lui tenuto volutamente per accompagnare lo scorrere di una serie di slide sulla disastrosa situazione degli affreschi del Mortorino, ha rappresentato in modo efficace il senso di sconforto di fronte a tale condizione di degrado. Al termine della conferenza sono interveuti la restauratrice Gabriella Mantovani, il Presidente del Quadriportico Giuseppe Zambarbieri ed il sindaco Ghidelli. (nella foto da sx a dx Andrea Ragosta, Filippo Piazza, Fabio Zignani Giuseppe Zambarbieri e Gabriella Mantovani – sullo sfondo copia anonima del dipinto “San Pellegrino Laziosi” del Magatti attribuito a Ronchelli in mostra al Soave).

https://www.facebook.com/VisitCodogno/

Share this content:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!